Occidentali’s Karma – Pubblicato articolo su Svolta
febbraio 22, 2017
Suicidi: una drammatica attualità
marzo 13, 2017
Mostra tutto

MISSIONI ESTERE – I Coniugi Mango in Italia

Nei mesi di febbraio, marzo e aprile, la coppia di missionari delle Assembee di Dio in Italia Michele e Elena Mango, è in visita in diverse chiese sparse su tutto il territorio nazionale per condividere quello che Dio sta facendo in Albania, uno dei tanti campi di missione in cui opera il Dipartimento Estero delle ADI. I coniugi Mango, infatti, servono il Signore da diversi anni a Tirana, la capitale dell’Albania; il loro servizio si svolge, in primo luogo all’interno della Scuola Biblica di Tirana, dove contribuiscono alla formazione di nuovi pastori e servitori per la chiesa albanese, e poi tra le chiese e le missioni dislocate in città e nei dintorni.

L’Albania è un paese prevalentemente mussulmano, e dove spesso sì ha a che fare con condizioni di povertà estrema; il compito principale dei missionari è di aiutare la chiesa locale a crescere e a fortificarsi per mostrare con più vigore l’amore di Dio, anche in maniera pratica. Grazie a Dio, Michele ed Elena Mango non sono soli in questo servizio. Oltre ai credenti delle chiese locali, che stanno aumentando sempre più,  un’altra coppia di missionari ADI sta servendo il Signore; si tratta di: Emanuele e Patricia Mango.

Il 7 febbraio, Michele ed Elena Mango hanno avviato le loro visite nelle chiese italiane, partendo dalla zona Italia Nord Ovest, dove hanno servito Signore per tanti anni. Il viaggio toccherà in questi mesi tutte le zone del Paese, concludendo il 2 aprile nella chiesa di Raffadali, in Sicilia. Scopo dello stesso – che toccherà circa 50 comunità – è condividere con i cristiani evangelici pentecostali d’Italia quello che Dio sta facendo in Albania, per essere edificati insieme nella fede e per sentire ancora più forte il peso per le missioni fuori dall’Italia.

Ai microfoni del Notiziario ADI, il missionario Michele mango ha esposto l’importanza di queste attività, ed in particolare quanto bene faccia ascoltare com l’Opera di Dio si sviluppa in alte zone, sebbene disastrate, del continente europeo e del mondo. Inoltre, nel far sapere che altri giovani, recentemente, si sono disposti per servire nel campo delle missioni, anche la sorella Elena ha ringraziato Dio per la crescita spirituale che stanno vivendo in quei luoghi, a stretto contatto con i bisogni dei tanti, ma realizzando nella quotidianità la provvidenza ed il soccorso divino, sia negli aspetti spirituali, sia in quelli materiali e fisici.