10° Convegno Nazionale Radio Evangelo
novembre 16, 2016
Iran – Confiscati beni alle chiese
gennaio 10, 2017
Mostra tutto

Italia Centrale e Sardegna – Raduno campistico

“Una giornata di grande edificazione” quella che di cui in tanti hanno goduto a Roma, l’8 dicembre scorso, in occasione del raduno campistico della zona Italia centrale e Sardegna. L’appuntamento ha riunito centinaia di partecipanti presso gli ampi locali della Chiesa Cristiana Evangelica ADI di via Emanuele Repetti, a Roma.

Quest’anno è stata data particolare enfasi all’opera campistica del Centro Comunitario FILADELFIA che da 20 anni svolge un’opera nobile in favore dei tanti partecipanti che frequentano la struttura, regolarmente od occasionalmente.

Dopo la relazione del pastore Davide Mortelliti sugli 11 turni svolti durante l’anno 2016, è stato proiettato un documentario storico, come espressione di gratitudine a Dio, sottolineando la Sua fedeltà e benevolenza per la salvezza, l’istruzione e l’edificazione di migliaia di partecipanti.

Note di gratitudine sono state espresse nei confronti di quanti, nel passato, hanno sostenuto il centro e sacrificato il loro tempo, in qualità di volontari. Uno speciale atto di riconoscenza è stato espresso, dai membri del Comitato Filadelfia, al Pastore Felice Leveque, per i molteplici anni di servizio e per la collaborazione svolta in favore del centro, assieme alla moglie Maria.

Durante la giornata si sono anche svolte delle riunioni parallele dedicate in maniera specifica ai ragazzi, agli adolescenti e agli adulti.

“I momenti clou” della giornata sono stati però quelli caratterizzati dalla meditazione della Bibbia e dalla preghiera, accompagnati dalla lode dell’assemblea.

Nella riunione mattutina, il Pastore Eliseo Fragnito ha esposto uno studio biblico sul tema della “franchezza del cristiano” mentre nel pomeriggio il pastore Felice Leveque ha predicato sull’importanza della preghiera e i risultati che essa ci porta a godere.

Entrambe le riunioni sono risultate di grande edificazione, incoraggiando le nuove generazione ad una consacrazione autentica, affinché essa possa portare con efficacia il messaggio dell’Evangelo a quanti ancora non l’hanno ricevuto.